Dal prodotto agricolo al prodotto turistico: la Bottega del Monferrato Autentico

di | 1 Dicembre 2020

Monferrato 30 novembre 2020 – Il progetto Bottega Monferrato Autentico si è presentato oggi alle agenzie di viaggio, tour operator incoming e giornalisti: oltre 200 in collegamento da tutta Italia.

Il progetto – finanziato attraverso il FEASR Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: L’Europa investe nelle zone rurali. PSR Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 Sottomisura 16.4: Bottega del Monferrato Autentico – parte dal prodotto agricolo per proporre un prodotto turistico, ha coinvolto sette aziende del territorio:

  • Cantina Hic et Nunc e agriturismo Ca’ dell’ebbro di Vignale Monferrato (AL)
  • Bioagriturismo Tenuta Antica di Cessole (AT)
  • Azienda agricola e agriturismo Terra d’origine Fratelli Durando di Portacomaro (AT)
  • Azienda agricola Agripassione di Asti
  • Azienda agricola e tenuta storica di charme per eventi Torre di Batibò di Asti
  • Azienda vitivinicola Garrone Evasio e Figlio di Grana (AT)
  • Azienda vitivinicola Garino e agriturismo L’acino d’uva di Cunico (AT).

“La scelta delle aziende con cui presentare questo progetto è stata particolarmente attenta” – afferma Andrea Cerrato presidente del Consorzio Sistema Monferrato e coordinatore del progetto – “Abbiamo individuato prodotti molto caratterizzanti il nostro Monferrato, come la nocciola e il Grignolino, vino importante per le caratteristiche organolettiche, che bisogna imparare a proporre al pubblico in abbinamento a cibi anche internazionali”.

Il progetto Bottega Monferrato Autentico permetterà di far crescere nei produttori la convinzione delle potenzialità di sviluppo del Monferrato non ancora pienamente espresse e sarà proprio l’appeal dei prodotti e il riconoscimento di qualità da parte dei consumatori, a partire da chi abita qui, a far crescere l’attrazione turistica.

“Il primo turista di un territorio è il cittadino che vive quel luogo” – continua Cerrato – “allo stesso tempo si può affermare che un prodotto agricolo, per aver successo, deve essere consumato (e apprezzato) dove lo si produce. Il miglior testimonial di un territorio è quindi il prodotto che lo caratterizza”.

Le statistiche in tema di turismo affermano che i 2/3 dei turisti scelgono un luogo per l’enogastronomia e negli ultimi anni il turismo passivo (villaggi o viaggi organizzati) è diventato esperienziale, ovvero il turista si reca dove può essere partecipe della vita di quel territorio facendo “qualcosa”. Le esperienze sono pertanto la fonte primaria e la discriminante per scegliere una meta piuttosto che un’altra, ma devono essere costruite, testate, proposte al consumatore locale e successivamente al turista. Il progetto Bottega Monferrato Autentico si integra a iniziative create dalle singole aziende partecipanti ma anche a progetti di più ampio respiro come Monferrato per Tutti e Monferrato Autentico promosse da Alexala – ATL della provincia di Alessandria e dal Consorzio Sistema Monferrato. Un importante valore aggiunto sarà dato dalla capacità acquisite dalle aziende in seminari e incontri di prossima attivazione.

“Alexala ha supportato fin dall’inizio il progetto Bottega Monferrato Autentico” – afferma Pierluigi Prati, presidente Alexala – “credendo che l’idea di accoglienza turistica passi per tutta la filiera commerciale degli operatori del territorio. In modo particolare, sostiene fermamente le azioni, come i webinar online, rivolte al trade del settore turismo: in questo momento difficile per la realizzazione di attività in presenza, educational tour e fam trip, è necessario reinventarsi e trovare tempestivamente nuove e vivaci forme di contrattazione tra le parti.

Duplici quindi gli obiettivi del progetto Bottega Monferrato Autentico, se da una parte si insegnerà come deve essere comunicata la qualità e l’unicità di un prodotto in abbinamento a un territorio, dall’altra come quel prodotto deve essere venduto, l’importanza del packaging, della fotografia, del posizionamento sullo scaffale, delle iniziative di co-marketing, della connessione con altre filiere. La campagna di promozione e comunicazione è incentrata sulle tematiche ambientali, sull’importanza di tutela del territorio e sul rispetto che tutti dobbiamo avere nei confronti della natura, in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030.

Il logo del progetto Bottega del Monferrato Autentico

Le proposte turistiche presentate durante il webinar sono state realizzate tenendo in considerazione i trend del momento, dalla sostenibilità al bio, dall’esperienziale allo slow, e, allo stesso tempo, tenendo presente le esigenze del turista in termini di tutela del proprio benessere.

I risultati attesi da progetto Bottega Monferrato Autentico sono molteplici: affermare ulteriormente l’identità del Monferrato Autentico, a partire dalle aziende coinvolte; diffondere la cultura del benessere attraverso un consumo sano e consapevole dei prodotti agroalimentari delle stesse aziende; favorire un incoming turistico verso il Monferrato con una comunicazione mirata partendo dal prodotto agroalimentare di eccellenza; creare flussi turistici all’interno dell’area individuata.

Il progetto – come ha potuto apprezzare Gian Paolo Coscia presidente CCIAA di Alessandria e Asti in apertura del webinar – ha il pregio di partire dai prodotti di eccellenza di sette aziende con l’obiettivo di includere altre realtà locali, che sappiano esprimere al meglio le potenzialità, l’attrattività turistica e l’autenticità del Monferrato.

La pagina web dedicata a Bottega Monferrato Autentico su www.lebottegheditalia.it; FB @lebottegheditalia; info@lebottegheditalia.it per richiedere maggiori informazioni.

La stagione turistica 2021 in Monferrato è già iniziata!